Archivio tag | strega

Danzando sotto la luna

Era uscita di nuovo in giardino, con gli soli slip addosso, la luna era quasi piena, la giornata era stata ancora tanto calda da far sì che la notte potesse stare fuori così. Pochi minuti, le braccia in alto, un giro su sé  stessa, un respiro profondo. Uno sguardo alla luna. 

Si sentiva un poco strega, seppur sorridendo del suo stesso pensiero.

Non era facile stare senza di lui. Non stava bene.

Quell’ estate era stata odiata da molti per il caldo; eppure dentro di lei, nonostante le zanzare, la malinconia, la debolezza datale dal ciclo fortissimo, dentro di lei era contenta di aver avuto quell’estate di sole feroce, ma sapeva anche sarebbe stata in qualunque freddo, se lo avesse avuto accanto.

Lo accarezzava, gesti dolci su un corpo lontano.

Non smetteva mai di essere con lui. Mai.

Le streghe sanno essere ovunque.  

Lucia Lorenzon  10 agosto 2017

“La Strega” ( filastrocca )

image

Tratti angelici
Capelli incandescenti

Dubbio amletico
Su origini e ascendenti

Il volto da un pittor sognato
Un corpo che istiga al peccato

É fata, é angelo, é strega?
Forse una maga fattucchiera?

Non guardatela  negli occhi, per carità
O di voi qualsiasi cosa farà

Nessun segreto sarà più vostro
Lo leggerà come scritto da inchiostro

Poi se vi vuole
La fuga non vale

Se lei ha deciso di avervi con sé
Voi cadrete ammalati ai suoi piè

Fugate ogni dubbio [anche se lei nega]
Siete caduti tra le braccia di una strega

Lucia

Aggiungo l’immagine di questo dipinto di A. MALINOWSKI che mi pare adattissimo.
image

Evviva la fotografia I

Un grazie ad Enrico che ha reso magica questa foto con la sua splendida poesia.

Enrico Garrou

Inizio con questo articolo a presentare una serie di mie poesie che sono state ispirate da foto  scattate da amiche e amici. la prima fotografia è stata scattata da una persona a me cara Lucia Lorenzon, che anche lei scrive su WordPress.

Sottili magie
Chi sei, Tu che appari così con il colore dei fiori
dei papaveri, dei tulipani, delle viole,
un angelo che mi viene a trovare
perché mi deve annunciare un amore, una follia, una pazzia?
Ma non hai faccia, solo pensieri,
forse sei un guerriero che si copre del colore
per sconfiggere passioni e desideri?
Sei a cavallo di una nuvola
sai volare, la tua spada è affilata come il vento,
delicata come la pioggia,
sottile ma tagliente come un filo d’erba.
Si, forse sei un potente cavaliere.
Oppure un sogno, un sogno che è realtà,
un sogno colorato, Un sogno di stupore
un sogno che non…

View original post 118 altre parole