Archivio tag | odore

Sfida al tempo

Ho visto per primi

i tuoi occhi

ad ogni mio risveglio,

ed ogni sera

ho allungato la mano

alla mia destra, verso di te,

sussurrando: “Buonanotte Amore”.

Ti ho accarezzato piano,

per non turbare il tuo sonno

nelle mie notti insonni,

o solo ascoltato,

il tuo quieto respiro,

la più dolce ninna nanna

per la mia anima.

Ho parlato al tuo cuore

nei giorni che ci han visto lontani,

affondando il naso

nel profumo dei tuoi vestiti,

chè nulla amo come il tuo odore,

quando me lo ritrovo addosso.

Ho volato con te,

in ogni modo,

basta prenderci la mano

per andar lassù,

tra stelle e desideri.

Per te ho cantato

canzoni d’amore,

e scritto parole

con ambizione di poesia.

Ci siamo raccontati

il mondo fuori,

il mondo dentro,

tutto il prima di noi,

che ancor mi chiedo

come possa esser esistito.

Intimi e confidenti come amici,

infuocati come amanti.

Abbiamo riso,

abbiamo pianto,

non ci siamo persi mai.

E così sarà,

non fino alla fine dei nostri giorni,

ma oltre,

laddove il pensiero e l’amore

sfidano vittoriosi il tempo,

l’infinito,

mutandosi in eterno.

Lucia Lorenzon 21 ottobre 2017

Annunci

Amori Virtuali #3 “Lettera di Elisa”

image

Mio caro, carissimo Amore,

Come sai il mio cuore é tormentato, tormentato dalla tua assenza e felice della tua esistenza.
Strana contraddizione in cui questa vita, con ironia cattiva, mi sta costringendo a vivere.
Ha giocato col destino,
uno spietato gioco a dadi in cui il premio era la nostra felicità.
E alla fine se la sono spartita. Concedendocela solo in modo imperfetto.
Ti ho conosciuto e ti amo, ma non so che il colore dei tuoi occhi, non mi è concesso perdermi in essi, né in essi leggervi il tuo amore.
Sai farmi immaginare il tocco delle tue mani e l’incanto della tua pelle adesa alla mia, ma mi é stato negata la realtà del tatto. Così come mi é sconosciuto il tuo odore, che so mi basterebbe sentire  per riconoscerlo tra mille. Mi basterebbe mi tenessi per mano una volta e io non  scorderei mai più l’essenza di te sul mio palmo.
Una volta, una sola, Amor mio, per renderti indelebile.
Lo so. Non si può.
Sono solo un’altra persona che ti ama.
Perché sei già amato, tu. Come sarebbe possibile non amarti.
Io sono arrivata tardi e mi é stato ritagliato questo ruolo.
Che é duro e magnifico. Una pazzia, un dolore, e una felicità infinita.
E rifiuto di considerarlo un amore inferiore, rifiuto la classificazione di “infatuazione”
Rifiuto la facilità con cui darebbero a me dell’illusa e a te dell’egoista, probabilmente. Ma che ne sanno? Che ne sanno?
No Amore. No.
L ‘amore ha mille declinazioni e questa nostra é solo una d’esse. Non meno vera, non meno forte, non meno proiettata al “per sempre”.
Io e te siamo una realtà, non una fantasia e se il destino ha deciso che non ci incontreremo mai, lo accetteremo.
Comunque i miracoli esistono e chi può sapere cosa avverrà.
Tu per me ci sei e io ci sono per te.
E ci siamo da prima di conoscerci; come scriveva M. Mazzantini sul suo libro NON TI MUOVERE : ” Chi ti ama c’è sempre, c’è prima di conoscerti, c’è prima di te. Fa parte di te come una coda preistorica, qualcosa mutilato dall’evoluzione, qualcosa di cui si conserva l’alone, una misteriosa presenza nel vuoto.”

É cosí amore. Noi ci siamo da sempre e per sempre saremo.

Ti bacio

Tua Elisa