Archivio tag | libertá

Predatori e prede di noi

Predatori
E prede di noi
In furibonda lotta
D’amore
Avidi della nostra carne
Possessori
E posseduti
Schiavi di voglie
Da cui
Non aneliamo libertà
Ma perenne rinnovo
_E marchio_
 Liberi solo avendoci.

Annunci

L’Amore, al di là di tutto.


​Ci devi sbattere addosso all’amore che supera tutto per crederci. Sbatterci il naso e capire che da quel momento niente sarà piú come prima.  

Che quella persona…é l’Amore. Il tuo. Che forse avrai amato prima. Che forse credevi di aver raggiunto la tua massima capacità d’amore, ma non era così. La vita è capricciosa e il destino di più, coi tempi ci giocano e, quando credi di aver trovato la tua più grande felicità quella felicità te la consentono solo in parte. Ti rendono lucidamente consapevole che esiste. Che ha un nome. Che ha quel nome. Quel battito di cuore. Quegli occhi. Quella voce. Ma non te la consegnano. Te ne concedono una parte. Ti mettono alla prova. Ti dicono “eccolo l’amore della vita, vedi, esiste, sei disposto/a a viverlo in te con la totalità di un amore assoluto e imparagonabile, ma senza averlo mai davvero completamente? ” 

E tu ti dici che devi cambiare strada, che non é giusto, che l’amore quello vero non può essere così.

No, no. Invece può essere così. E ti scardina ogni certezza. E ti cambia.

E lì in quel cambiamento sta la prova della grandezza o della mera infatuazione.

Perché cambiare per amore si cambia. Ci si riempie di felicità, o anche ci si annulla. 

Si sorride come degli scemi e si piange con disperazione inconcepibile.

Ma se il cambiamento é invece crescita, é trasformazione, é spinta verso la libertà, allora é Amore. 

É la generosità di volere il bene di chi si ama anche senza averlo accanto. É il desiderio di vederlo volare, é la commozione di sentirlo felice. É la consapevolezza che non gli farai del male mai perché fargliene vuol dire farne a te stesso. É il non sopportare che qualcuno gliene faccia.

Faresti qualunque cosa e invece hai limiti enormi che la realtà, con la sua crudele nitidezza, ti piazza davanti.

Ci sono anime che si riconoscono immediatamente in un’ altra anima ma che non si incrociano al momento giusto. O chissà, é bello pensare succederà in un altro tempo, in un altra vita, che forse é accaduto in un tempo in cui non si ha memoria. 

Ci sono esistenze che non possono essere stravolte in nome dell’amore perché significherebbe stravolgere altre vite ad esse legate, ci sono amori enormi che sanno essere folli, eppur responsabili, di fronte a vite che pagherebbero ingiustamente.

Ci sono amori che hanno un afflato d’infinito e d’eterno ma devono essere contenuti dentro il contingente, il reale.

E lo rispetteranno. Comunque consapevoli di essere già protagonisti di un incontro che può avvenire una sola volta nella vita.

Comunque privilegiati.

Comunque grati.

Possesso e libertà 

Frugami
Laddove solo tu sai
Ho angoli segreti
Di corpo e anima
Dove tu _unico_
Hai accesso.
Esploratori di
Territori nuovi
Ci siamo concessi
Un reciproco _assoluto_
Possesso
E in questa
Resa
Consegna
Dono
Abbiamo trovato
La libertà
Del nostro volo più alto.

Dipingiamo i muri

image

Immagine di e con Lucia Lorenzon

I muri

Separano

Bloccano

Uccidono

La speranza

La liberta’

I sogni.

Abbattiamoli.

Se non possiamo abbatterli,

Dipingiamoli.

_Lucia Lorenzon

GRUPPI FACEBOOK: “Quando la libertà sul web è pericolosa”

Quella dei gruppi Facebook è una realtà vastissima e variegata, talora del tutto innocua, o anche utile, ma quando si entra nel mondo della malattia, più o meno grave, riguardante corpo o psiche, il rischio di dar fiducia a persone non sufficientemente preparate è altissimo.
Un gioco pericoloso, sulla pelle dei più fragili.
Lucia

MonDonna

image

Esistono moltissimi gruppi su facebook dedicati a malattie che colpiscono psiche, corpo, che mettono a rischio la vita stessa, gestiti da persone senza alcuna preparazione specifica ma, spesso, “solo” l’esperienza del superamento della malattia. Superamento che, a seconda delle persone, può avvenire attraverso percorsi diversi
e non secondo le “regole” di una o piu’ persone.
Regole imbastite secondo criteri non chiari, opinabilissimi, applicate a persone fragili, talora disperate, che, spesso non capaci di rispettarle, vengono “eliminate” dal gruppo…con quali conseguenze non si sa, perché la fragilità, la solitudine, la malattia  fanno vivere male anche un rifiuto o una eliminazione su fb.
Spesso in questi gruppi le voci di persone realmente preparate, ma discordanti dalle idee del/degli amministratori, vengono tacitate o esse stesse eliminate impedendo un qualsiasi contradditorio.
Servirebbero regole imposte da fb, che stabiliscano le qualifiche necessarie per gestire certi delicati gruppi, ma minerebbero la liberta’, una llibertàdi cui qualcuno…

View original post 10 altre parole

25 aprile 1945- 25 aprile 2015

image

image

Immagine da web

La libertà

Noi non ci rendiamo
più conto di cosa sia la libertà.
La consideriamo qualcosa di acquisito, parte della nostra vita.
Non abbiamo combattuto, sofferto, non siamo morti in nome di essa, per questo ideale e diritto grandissimo.
E quando si vive in democrazia, per quanto imperfetta, per quanto comunque infettata di ingiustizie,
ci dimentichiamo di tutti coloro che ce l’hanno lasciata in eredità, del rispetto, gratitudine, ricordo, che a loro dobbiamo, del dono prezioso che abbiamo tra le mani, dell’umana comprensione che dovremmo avere verso chi da mondi di guerra e schiavitù fugge, e di chi, ancor oggi, per essa lotta, in ogni angolo del mondo.

Lucia

25 aprile 1945 – 25 aprile 2015
70° della Liberazione

Credimi figlia mia

image

"Sirenetta in acqua rosa" foto di Lucia Lorenzon

“Credimi figlia mia, la grande avventura della vita è quella di essere te stessa, senza lasciarti condizionare da quello che gli altri vogliono tu sia, per la loro pace mentale, per la loro utilità, per ciò che ritengono essere adeguato.
Probabilmente la tua Libertà di Essere, scatenerà isolamento, solitudine, tentativi di manipolazione, gelosie e incomprensioni.
Ricorda che tutto questo è parte del seme, fa parte del processo di apertura del guscio, è il rumore della schiusa, è il seme che fiorendo lascia andare tutto ciò che era prima. Osare fiorire oggi, in questi tempi di deserto, presuppone un grande coraggio, un grande potere, è la più Alta Rivoluzione. E sai perché figlia? perché quando tu fiorisci, fiorisce anche la speranza”.

Ada Luz Márquez, Hermana Águila

Scritto con WordPress per Android