Archivio tag | lacrime

Non più, senza di te

Non posso più
rinunciare ai tuoi occhi,
brillanti di stupore felice.
Non posso rinunciare
alla tua voce,
delicata come perpetua carezza.
Non posso abitare
in altra casa
che non siano le braccia tue.
Non mi si chieda
di rinunciare
alla ninna nanna
cantata dal tuo cuore al mio orecchio,
nè al tuo profumo
di cui si è impregnata la pelle mia.
Non posso rinunciare
a baciarti
tenendo il tuo viso tra le mani,
nè ad appartenenti
senza pudori e ritegni,
lasciati ormai  in tempi lontani.
Non posso vivere,
senza la tua bella testa
ricca di genio e pensieri,
che sempre mi regali.
Non potrei non raccontarti
le mille cose
che han senso solo se condivise con te.
E come potrei piangere ancora,
se non ci fosse la tua anima
ad accogliere le mie lacrime,
di gioia e dolore.
A chi canterei
le mie canzoni stonate,
e farei leggere le mie inquiete poesie,
(e ho quelle foto da farti assolutamente vedere).
No…
Non potrebbe più vivere
la felicità vera
se non nell’eco, eterno,
dei nostri “ti amo”.

Lucia Lorenzon, 17 marzo 2017

Solo tu

Selfie con leggero effetto “oilpainting”

Solo chi ti conosce davvero. 

Chi ti ha visto e non solo guardato.

Chi ti ama nonostante tutto

Sa leggere l’anima in fondo ai tuoi occhi

Sa ascoltare  anche i tuoi silenzi.

Sa rispondere alle domande che non sai fare.

Sa capire la tristezza in un sorriso 

Il disagio in un gesto sfuggito.

La felicità profonda di certe lente lacrime.

Raccontami bimba…

Raccontami
Di quelle lacrime di bimba
Che rigano il tuo volto di donna
Raccontami
Di quell’antico male
Che ora straripa
_incontenibile_
Dimmi di chi
Ti ferì
Ti violò
Ti abbandonò
Raccontami
La tua paura
Il buio
Il tremore
I singhiozzi soffocati
Raccontami bimba
Cosa ti ha reso
Così dolente e bella
Con gli occhi intrisi di dolcezza
E il cuore colmo di dolore
Raccontami.

Ma, se taci
Io saprò lo stesso.

Assaggiandole. 

Distanza

image

E sarai lontano
Laddove non arriva voce
Né profumo
O gemito.
Ancor più oltre,
Dove l’assenza
Farà sentire
_cattiva_
I suoi artigli
Nel cuore
E  farà piangere.
E in ogni lacrima
Ci sarà piú amore
Un mare che raggiungerà
Il tuo oceano.
E il vento porterà,
Tra le antiche vestigia
Di coloro che tanto grandi furono,
L’amore mio
Che _come la loro bellezza_
sfida coraggioso
Il tempo
L’eterno
La distanza
L’impossibile.
E sarò con te.

Mosaico

image

E percepiamo
Un soffio di eterno
In quest’unico grido
A due voci
In queste lacrime
Scese dal volto mio
Che san di sale
Nella bocca tua
Schegge di un
Primigenio mosaico
Sparpagliate
Da invidiosi dei
Ricomposte
_Alfine_

Lacrime dolci

image

E quando te ne vai,
Dalla profondità
Delle mie viscere
Che ti sono appartenute,
Resta in grembo
La nostalgia
Di un intero
Che torna a dividersi,
Il rimpianto
Di un’indecenza
Senza peccato,
La mancanza
Dell’ incastro
Di due corpi
Che non san viversi senza.
Restano le voci arrochite
Di chi si grida l’amore.
Restano lacrime, senza sale.