Archivio tag | giorni

Giorni no

image

Foto di e con Lucia Lorenzon

Giorni in cui il corpo affossa l’anima.
Cerchi di resistere ma i tuoi pensieri più luminosi si sfocano, s’annebbiano e ti ripieghi su te stessa. Mantieni il più possibile gli impegni quotidiani, arrancando, nervosa, impaziente, anche con la tua bambina, cui poi cerchi di spiegare, scusandoti.
Ma la nausea e il dolore ti corrompono l’anima, ti insinuano dubbi, paure: “Ecco e adesso quanto durerà? Quanto dovrò sopportare? Quanto dovrò modificare le mie giornate?”
Quanta stanchezza questo costante ricadere, questa altalena tra la speranza, il “Dai che qualcosa va meglio” e il peggioramento che ti aspetta inesorabile, spietato.
E cerchi di isolarti per non dare disturbo alle vite di chi ami e scrivi, scrivi…riversi su fogli e tastiera il male, la tristezza, le lacrime trattenute.
E poi la musica…e quella foto in concorso che chissà come va, e gli scambi su Facebook, gli amici in difficoltà per motivi diversi cui postare anche un semplice “Forza! ❤” che dici a loro e a te stessa, contemporaneamente.
E viene sera in qualche modo.
Un’ ora alla volta,  un minuto alla volta.
Lavi i capelli, bevi l’ennesima tisana allo zenzero, perché il plasil e altre medicine non lo puoi prendere e allora che altro fai per la nausea?
Che fatica.
Vorresti deporre le armi e piangere per ore di seguito, chè forse va fuori qualcosa.
E tu che manchi, ma di nuovo si palesa il pensiero del perché mai dovrei appesantire la vita di qualcuno con tutti questi casini.

Dai che magari dura poco.
Dai che magari se riesci a riposare ti riprendi.
Dai che magari son anche gli ormoni, il ciclo che si avvicina.
Dai…dai…Lucia. Resisti anche stavolta.”

FORZA! ❤

Lucia

Ci sono giorni…

http://www.bibliocasa.it/blog/ci-sono-giorni-2/

Grazie a Paola Conte per aver accostato le mie parole a questa immagine e averle pubblicate sul suo sito.

image

Ci sono giorni
Senza domani
Ci sono giorni
In cui
L’unico domani
Lo trovo
Nei tuoi occhi

Lucia Lorenzon

Carezza

image

"Carezza" foto di Leo Taverna modificata da Lucia Lorenzon

Il tocco della tua mano che passa, così lieve, così rapido che nessun altro sospetta quanto possa essere rassicurante – quel tocco mi è di sostegno nei giorni più duri.

Marion C. Garretty

Scritto con WordPress per Android