Archivio tag | facebook

Il mini video della mia pagina Facebook “La Casa delle Stelle”

image

Copertina della mia pagina Facebook : "La Casa delle Stelle"

É un brevissimo video fatto da fb per la mia pagina “La Casa delle Stelle” di cui peraltro parlo qui su wordpress in un’apposita pagina ( https://lucia250.wordpress.com/la-mia-pagina-facebook-la-casa-delle-stelle/ ) ma è caruccio:).

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=915961345168108&id=225925267505056

Annunci

Cosa sa facebook di noi? 25 numeri impressionanti

image

Ha fatto molto scalpore la notizia che 26 milioni di persone hanno usato il filtro arcobaleno per cambiare l’immagine del profilo in occasione del riconoscimento delle nozze gay negli USA e che così avrebbero fornito al social network nuovi dati su come si diffondono scelte di posizioni e schieramenti.
Siamo stati definiti pecore…cavie…e quant’altro; ma è davvero cosí eclatante questa notizia? Cosí strana? Quali sono le cose che facebook sa di noi?

image

Ci racconta Roberto Catania 
(http://www.panorama.it/autore/roberto-catania/):

Quando si parla di Facebook vien subito da pensare al suo sterminato numero di iscritti: quasi 1,3 miliardi di utenti, praticamente la seconda nazione al mondo dopo la Cina.

Ci sono però molte altre statistiche che fanno della creatura di Mark Zuckerberg il social network più importante del Pianeta. Ecco le 25  più rilevanti dal punto di vista dell’impatto sul Web e sulle nostre abitudini.

1,3 miliardi 

Sono gli utenti che accedono a Facebook almeno una volta al mese (erano 1,28 miliardi nell’ultimo trimestre).

829 milioni

È il numero di persone che utilizza Facebook su base giornaliera (erano 802 milioni nell’ultimo trimestre). 

654 milioni

È il numero di utenti che utilizza Facebook da cellulare su base giornaliera (erano 609 milioni lo scorso trimestre). 

63%

È la percentuale di iscritti che accede a Facebook quotidianamente.

40

Sono i minuti che l’utente medio di Facebook trascorre quotidianamente sulla piattaforma.

399 milioni

È il numero di utenti che utilizza Facebook da cellulare ogni mese.

1,07 miliardi

Sono le persone che usano Facebook da dispositivo mobile ogni mese (erano poco più di un miliardo lo scorso trimestre).

12 miliardi

Sono i messaggi inviati ogni giorno tramite Facebook.

250 milioni

Sono le persone che utilizzano Facebook Messenger per chattare ogni mese.

200 milioni

Sono le persone che utilizzano Instagram ogni mese.

2,66 miliardi (di dollari

A tanto ammonta la spesa complessiva effettuata dalle aziende nell’ultimo trimestre per fare pubblicità su Facebook (erano 2,27 miliardi dollari nell’ultimo trimestre).

62%. 

È la percentuale di ricavi del social network (relativa al secondo trimestre el 2014) generata dalla vendita di pubblicità in ambito mobile (+41% rispetto allo scorso anno).

234 milioni (di dollari

Sono i ricavi generati dall’acquisto di beni virtuali e regali su Facebook nel corso dell’ultimo trimestre.

2 (volte)

Le visualizzazioni dei video nei feed degli utenti è raddoppiata rispetto a soli sei mesi fa.

1,17 (miliardi di dollari) 

Sono le entrate provenienti da Stati Uniti e Canada, l’area più redditizia per le casse di Facebook. Al secondo posto l’Europa con 757 milioni dollari.

30 milioni

È il numero di aziende che ha una Fan Page di Facebook.

19 milioni

Sono le imprese che hanno una Fan Page ottimizzata per cellulari.

122%

A tanto

ammonta l’incremento nella spesa effettuata dalle aziende per unità di annunci su Facebook rispetto allo scorso a

nno

1,5 milioni

È il numero di aziende che investe in annunci di Facebook.

6,44 (dollari)

È il fatturato generato nell’ultimo trimestre da ciascun iscritto dell’area nord-americana (Stati Uniti e Canada). Nel resto del mondo la quota è di 0,86 dollari per utente.

1,39 miliardi (di dollari)

L’utile netto realizzato da Facebook nel secondo trimestre del 2014.

1 miliardo

Sono le ricerche giornaliere effettuate su Facebook ogni giorno

1 miliardo

È il numero di utenti che ha letto almeno un post relativo all’ultima Coppa del Mondo di calcio.

3 miliardi 

Sono le interazioni (post, commenti e simili) generati da tutti gli utenti (circa 350 milioni) che si sono uniti a conversazioni riguardanti i Mondiali di calcio durante il mese della manifestazione.

80%

È la percentuale delle applicazioni “top” di iOS e Android che utilizza Facebook Login per la registrazione degli utenti.

Fonte: http://www.jeffbullas.com/2014/07/29/25-facebook-facts-and-statistics-you-should-know-in-2014/

Non resta che prendere atto che sí, ci studiano, ma che ben improbabile è sottrarsi nella nostra epoca alla lente d’ingrandimento posta su di noi e sulle nostre scelte e comportamenti e non certo solo da Facebook.

Lucia

FedezSi scrive schiavitù si legge libertà”

Fedez é personaggio molto controverso ma trovo dica anche grandi veritá

La Primavera è uno stile di vita

image

La Primavera é uno stile di vita, foto di Lucia Lorenzon

Partecipo con la mia pagina facebook https://www.facebook.com/lacasadellestelle?ref ad un concorso fotografico indetto da un’altra pagina, tema (liberamente interpretabile) : “La Primavera è uno stile di vita”.
Se a qualcuno di voi, che è su Facebook, piace, può aprire questo link https://m.facebook.com/1514615598762877/photos/a.1802118456679255.1073741836.1514615598762877/1803838383173929/?type=1 e lasciare il suo mi piace.
In ogni caso grazie.

Lucia

Scritto con WordPress per Android

Il boom dei mercatini dell’usato

“Ogni persona che induca a pensare quanto costa l’abito che porta, non lo sa portare.”
R. Bacchelli

image

Esplodono in tutta Italia i negozi che acquistano e rivendono abbigliamento e ogni genere di accessorio per la fascia 0-14 anni.
Oltre la crisi, una trasformazione culturale.
L’ultimo tabù pare sia caduto proprio durante le feste appena trascorse: anche Babbo Natale ha piazzato sotto l’albero qualche regalo usato. Mettendosi, a quanto pare, sulla scia di un travolgente boom che va avanti da tempo.
Abbigliamento in primis ma poi…seggiolini auto, lettini, seggioloni, carrozzine, marsupi, giocattoli, camerette, bilance, sterilizzatori, radioline e via elencando. Lo testimoniano i tanti negozi, spesso raccolti in catene di franchising, specializzate appunto nella compra-vendita di abiti e accessori usati per bambini.
Segno che la sensibilità verso il riuso e contro lo spreco indiscriminato, soprattutto in un quadro di crisi come quello che stiamo attraversando, è qualcosa di più di una semplice tendenza. Ci sono decine di catene, dalla più famosa Baby Bazar a tante altre, e funzionano più o meno tutte nello stesso modo: si porta la merce in conto-vendita e, dopo accurata pulizia e disinfezione, viene rimessa in commercio.
E il boom dell’usato ha travolto anche web e social network.
Pagine e gruppi Facebook dedicati alla vendita, ma anche al baratto o al regalo di accessori e abbigliamento bambini (ma non solo bambini) nascono continuamente.
Qui le regole se le fanno gli utenti, si posta una foto di ciò che si intende vendere, il prezzo, il luogo dove si trova e ci si mette d’accordo.
Il ” rischio”, ovviamente, di incappare nella “fregatura”, è molto più elevato che in negozio, non potendo toccare con mano la merce, ma i prezzi ancora piú convenienti e si possono fare veri “affari”.
Per ridurre il rischio d’acquisto di qualcosa che può rivelarsi diverso da quanto visto su foto, sempre più spesso si trovano gruppi che agiscono all’interno di una Regione, o una Provincia, in modo tale che le compravendite possano essere fatte senza l’aggiunta di spese di spedizione e la persona possa vedere ciò che acquista.
Insomma…l’usato è davvero di moda!
Buoni acquisti!

_Lucia Lorenzon

* Nell’immagine io e mia figlia Stella, a ottobre del 2011

Scritto con WordPress per Android