Archivio tag | data

“Non siamo yogurt!” – sulla data presunta del parto

Alcune informazioni sul termine di gravidanza supportate dalle evidenze scientifiche. Un confronto tra queste e la realtà italiana.
©Angelica Nucera ostetrica

MonDonna

“Non siamo yogurt!”

image

L’opinione diffusa dai ginecologi è che la gravidanza abbia un termine preciso, una data di scadenza, un giorno determinato da attendere con ansia, oltre il quale non è possibile andare, intervenendo con l’induzione del parto.

Secondo le linee guida e le evidenze scientifiche, la gravidanza è considerata a termine tra le 37 e le 42 settimane. Oltre le 42 è possibile attendere per l’induzione, se tutto va bene, intensificando i controlli su mamma e bimbo.

Il tasso di induzione non dovrebbe superare il 10-15% per area geografica, secondo le stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Nella maggior parte degli ospedali italiani si induce il parto tra 41+0 e 41+5 settimane.

L’induzione senza indicazione medica aumenta i rischi i parto operativo e taglio cesareo.

Il nostro corpo di donna sa quando è il momento adatto per lasciare andare il nostro bambino e lui sa quando è il momento per…

View original post 61 altre parole