Archivio tag | cattiverie

Fiducia, Amore.

Fiducia. Totale abbandono. Permettere a sé stessi  di perdersi, certi di ritrovarsi. Senza difese, senza pelle. Esposti. L’anima negli occhi, il cuore tra le mani. Il corpo nudo. Sentire l’aria che invade i polmoni in ogni alveolo, respirare a fondo.

Non vergognarsi più di nulla. Nulla.

Non di ciò che si è stati. Non delle violenze, meschinità, cattiverie subite e celate. Non delle paure sviluppate. Non dei grovigli psicologici di autodifesa. Non di comportamenti malati di sopravvivenza. Non di grettezze personali. Di incapacità, di accidie, di sconfitte, di incoscienze, di azzardi.

Fiducia.

Mostrarsi dolci, fragili fino allo stremo, teneri e deboli. Dipendenti persino. Lasciarsi aiutare a crescere.

Mostrare che si è anche capaci di rancori, di rabbia, di pensieri feroci.

Consapevoli e spogli.

Intimità. Assoluta. Di parole, gesti, pensieri, corpi.

Confidenza.

Scambi, senza filtri, neccessari, istintivi. 

Visioni. Follie. Sogni. Voglie. 

Impensabili sincronie.

Corpi senza segreti. Nostri. Reciprocamente nostri. Tutto. Essenze, odori, desideri. Non importa se fulgenti, attraenti o malati, invecchiati, segnati, dolenti. Nostri. Sempre. Belli, sempre.

Fiducia.

Non ti farò mai male. Non ti tradirò mai. 

Fidati il tuo cuore è sigillato nel mio.

Oltre. 

Andare oltre..

Lo spazio, la distanza, il tempo, la morte.

Oltre. Non vi è confine…

Chè poi, l’Amore, vero, è molto più di un sempre.
Lucia Lorenzon,  4 febbraio 2017

Annunci