Archivi

“L’Orso e il Pulcino” (filastrocca)

image

Immagine creata da me: "L'Orso e il Pulcino"

Pulcino
Smarrito e affannato
Troppo da casa
Ti sei allontanato
Ti aggiri confuso e gelato
Nel grande bosco innevato
Hai freddo e paura
Non c’è più una casa sicura
Ma solo animali
Per te non normali
Son grandi
Possenti
Alcuni giganti
Tu sei piccolino
Sperduto pulcino
La neve é alta
Ti fa soffocare
Così disperato
Non sai dove andare
Poi quando davvero
Ti senti morire
Un grande zampone ti viene a salvare
Ti solleva in alto
Ti senti volare
Lo guardi negli occhi
E ci vedi un buon cuore
Un orso gigante
Che emana calore
E quieta un pochino
Il tuo piccolo cuore
Amico diventa
Il tuo protettore
Che favola bella
Potrai raccontare
Per custode un angelo
Che è un orso bruno
E tu non avrai da temer più nessuno.

Annunci

Immagini create da me #10: “Un mondo a colori”

Il mio modo vario di colorare il mondo.
E di riempirlo di fantasia.

image

image

image

image

image

image

image

image

Mulini a vento

image

Immagine creata da Lucia Lorenzon

Volteggiano
Petali di fiori
Sospinti da inattesa magia
Si scorge di lontano
Un turbinio d’eliche
Accarezzare l’aria
E raccontar di te
Eroe di carta
Chè sapevi tu
 _Don Chisciotte_
Dell’inutile lotta
Contro
Chi è innamorato del vento

Immagini create da me #8: “Nuvole”

Altro giro tra le mie creazioni, qui ci sono le nuvole, il soggetto che più amo. 🙂

image

Immagine creata da Lucia Lorenzon

image

Immagine creata da Lucia Lorenzon

image

Immagine creata da Lucia Lorenzon

image

Immagine creata da Lucia Lorenzon

image

Immagine creata da Lucia Lorenzon

image

Immagine creata da Lucia Lorenzon

image

Immagine creata da Lucia Lorenzon

“Al di là della gente” di Pedro Salinas

image

Immagine di Lucia Lorenzon

Sì, al di là della gente
ti cerco.
Non nel tuo nome, se lo dicono,
non nella tua immagine, se la dipingono.
Al di là, più in là, più oltre.

Al di là di te ti cerco.
Non nel tuo specchio
e nella tua scrittura,
nella tua anima nemmeno.
Di là, più oltre.

Al di là, ancora, più oltre
di me ti cerco. Non sei
ciò che io sento di te.
Non sei
ciò che mi sta palpitando nelle vene,
e non è me.
Al di là, più oltre ti cerco.

E per trovarti, cessare
di vivere in te, e in me,
e negli altri.
Vivere ormai di là da tutto,
sull’altra sponda di tutto
– per trovarti –
come fosse morire.

Pedro Salinas

Si, por detrás de las gentes
te busco.
No en tu nombre, si lo dicen,
no en tu imagen, si la pintan.
Detrás, detrás, más allá.

Por detrás de ti te busco.
No en tu espejo, no en tu letra,
ni en tu alma.
Detrás, más allá.

También detrás, más atrás
de mí te busco. No eres
lo que yo siento de ti.
No eres
lo que me está palpitando
con sangre mía en las venas,
sin ser yo.
Detrás, más allá te busco.

Por encontrarte, dejar
de vivir en ti, y en mí,
y en los otros.
Vivir ya detrás de todo,
al otro lado de todo
—por encontrarte—,
como si fuese morir.

Pedro Salinas

da “La voz a ti debida”, Madrid, Signo,  1933