Archivi

Comunque Andare

Ho provato a guardarmi
attraverso gli occhi
che mi hai donato.
Ho provato a descrivere
il mio essere donna,
usando parole nuove,
le tue.
Oggi,
vedo il bello,
sento il buono,
mi racconto
nuove storie.
Ovunque andrò,
porterò questa  nuova
consapevolezza.
Proverò a tenerla salda.
Proverò anche se sarà difficile
Lontano da te
Ma,
Ovunque andrai,
Con chiunque accanto,
Io viaggero’ accanto a te,
Dentro te.
Vedrò ancora, e sempre
Coi tuoi occhi
Col tuo cuore.

image

Selfie in auto maggio 2016

“Comunque andare”
Alessandra Amoroso

Comunque andare
anche quando ti senti morire
per non restare a fare niente aspettando la fine
andare perché ferma non sai stare
ti ostinerai a cercare la luce sul fondo delle cose
Comunque andare
anche solo per capire
o per non capirci niente
però all’amore poter dire ho vissuto nel tuo nome
E ballare e sudare sotto il sole
non mi importa se mi brucio la pelle
se brucio i secondi e le ore
mi importa se mi vedi e cosa vedi
sono qui davanti a te
coi miei bagagli ho radunato paure e desideri
Comunque andare anche quando ti senti svanire
non saperti risparmiare ma giocartela fino alla fine
e allora andare che le spine si fanno sfilare
e se chiudo gli occhi sono rose e il profumo che mi rimane
e voglio ballare e sudare sotto il sole
non mi importa se mi brucio la pelle
se brucio i secondi le ore
mi importa se mi vedi e cosa vedi
sono qui davanti a te
coi miei bagagli ho radunato paure e desideri
Comunque andare perché ferma non so stare
in piedi a notte fonda sai che mi farò trovare
e voglio ballare e sudare sotto il sole
non mi importa se mi brucio la pelle
se brucio i secondi le ore
e voglio sperare quando non c’è più niente da fare
voglio essere migliore finché ci sei tu
e perché ci sei tu da amare
Dimmi se mi vedi e cosa vedi
Mentre ti sorrido io coi miei difetti ho radunato paure e desideri.

Non andare via (Gino Paoli)

Canzone originale “Ne me quitte pas” di Jacques Brel

Non andare via… puoi… dimenticare 
tutto quello che se ne è andato già 
puoi dimenticare tutto il tempo che se n’è andato già 
non esiste più… tutti i malintesi 
e tutti i perché… che uccidevano la felicità 
non andare via (…)

Io… io t’offrirò perle di pioggia 
venute da dove non piove mai 
aprirò la terra giù fino nel fondo 
per coprirti d’oro e di luce 
e ti porterò dove non c’è più 
che quel che tu cerchi 
che quel che tu vuoi 
Ma non andare via (…)

Non andare via… per te inventerò 
parole pazze che tu… tu capirai 
ti parlerò di due amanti che… per due volte già 
hanno visto il fuoco… ti racconterò la storia di un re 
che è morto… è morto perché non ti ha visto mai 
non andare via (…)

Nel vulcano spento che tu credevi morto 
molte volte il fuoco è rinato ancora 
ed il fuoco brucia tutto quanto intorno 
e non riconosce niente e nessuno 
e quando c’è sera se c’è il fuoco in cielo 
il rosso ed il nero hanno forse un confine 
tu non andare via 
non andare via (…)

Non andare via… io non piango più 
io non parlo più… mi nasconderò 
e ti guarderò quando tu riderai 
t’ascolterò quando tu… tu canterai 
sarò solo l’ombra della tua ombra 
l’ombra della tua mano… anche l’ombra del tuo cane 
ma… non andare via 
Non andare via
Non andare via