Sua

image

A Lei non fregava niente della filosofia  di chi dice che nessuno è di nessuno, che nessuno appartiene a nessuno. Niente, di chi si sente a disagio a dire “mio” , “mia”. No. Lei era sua e le piaceva esserlo. Fisicamente, mentalmente, affettivamentente. Gli aveva consegnato ciò che era, perché lui di lei aveva avuto più cura di chiunque al mondo. Più di chiunque. Più di chi avrebbe dovuto. Più di chi avrebbe potuto. Di certo più di quanto non sapesse fare lei, che si era fatta tanto del male nella vita.
E allora le sue braccia, il suo cuore, il suo corpo, lui…
Lei era sua. E basta. Per sempre.
Qualunque fosse il rischio da correre amando così.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...