Refrontolo, Molinetto della Croda, notte 2/3 agosto 2014. In ricordo di una tragedia.

image

E’ passato un anno da quando scrissi queste parole, dedicandole al mio paese ferito mortalmente.
Le ripropongono a voi che non conoscevo, non esistendo ancora questo blog.

*** R E F R O N T O L O ***

3 agosto 2014

Caro Refrontolo,

Un intera vita che sono qui, non per scelta ma costretta dagli eventi.
Sempre stata diversa, particolare, problematica, sui generis.
Così carina, così triste, così sola.
Lo so tutto quello che di me è stato detto, se vivi tra 1500 persone, ogni tuo comportamento viene notato, spesso criticato.
Anticonformista, marziana per indole, in fuga dalle prassi più consolidate, mai incasellabile, in un piccolo mondo che cerca ordine e definizioni, per bisogno di quiete, perché, ciò che non è definibile, disturba.
Ho conquistato il rispetto con altri lati della mia indole, con la gentilezza, la dolcezza, l’empatia istintiva.
A volte il varco me lo ha aperto il mio aspetto, la bellezza non serve a molto, ma spesso non genera sospetto, e ci si prova ad avvicinare.
Non compresa, ma posso dire rispettata, anche quando, incinta di un uomo che non aveva nome, giravo col mio pancione, con fierezza sfacciata.
Sì, potessi me ne andrei, alla ricerca di qualcosa da sentire più mio, luoghi più spaziosi, con altri colori, altro clima, forse in una città.
Ma oggi sono orgogliosamente REFRONTOLESE, figlia di questo piccolo paese della pedemontana veneta, figlia di questa campagna collinosa famosa per il prosecco, figlia di questi panorami mozzafiato incastonati tra il Montegrappa e il Montello.
Oggi sono orgogliosamente figlia di un paese che nel suo nucleo boscoso nascondeva un gioiello prezioso come il Molinetto della Croda,dal 1600 solidamente incastonato in un anfratto di Paradiso.
Un Paradiso diventato Inferno in un’estate senza estate.
Spesso, guardando distrattamente dalla finestra della mia casa penso di ammirare una cartolina, in qualsiasi stagione io guardi.
Qualunque sia il mio destino, la tua commovente bellezza la porterò con me.
Ora, come forse mai, ora che sei così dolente e ferito, so che sei parte di me, che lo sarai sempre.

Forza Refrontolo!

Tua Lucia

” Ci sono luoghi che portano dentro di se magie e storie antiche, equilibri primordiali, scavati nel tempo.
Ci sono luoghi in cui, qualunque cosa tu faccia, diventa poesia.”
GINAH ( gruppo musicale)

image

Stella, Molinetto della Croda, agosto 2011

La celebrazione di ieri, 2 agosto 2015. Foto da “Il Gazzettino”

image

image

image

image

5 thoughts on “Refrontolo, Molinetto della Croda, notte 2/3 agosto 2014. In ricordo di una tragedia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...