10 prodotti pensati da una mente malata: ovvero dell’etimologia della parola “allucinante”.

Strepitosa

prima o poi l'amore arriva. E t'incula.

1. Lo spray da ambiente per il bagno dell’ufficio effetto profumo di prato concimato. Qui è vera perversione: tu vai in bagno e fai la cacca e ti vergogni perché in effetti è sempre brutto uscire con gli occhi addosso dei colleghi stitici invidiosi. Allora spruzzi a manetta questo spray che fa il rumore di un estintore impazzito e insomma è molto meglio la puzza, magari qualcuno con il raffreddore e la sinusite non la sentiva.

cesso

2. Il Liuk al limone con lo stecchetto di liquirizia, ovvero l’unico modello di gelato appiccicoso nella sua interezza. Inoltre se ti azzardi a darlo in mano ai tuoi figli con un fazzoletto, la carta si appiccica alla liquirizia creando un piacevole effetto découpage.

liuk

3. La tastiera wireless per il computer fisso. Ma mi domando dove vuoi che vada a scrivere se lo schermo e lì. E poi quando si scarica scive tuto aaglia&to.

View original post 273 altre parole

8 thoughts on “10 prodotti pensati da una mente malata: ovvero dell’etimologia della parola “allucinante”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...