“Alla fine hai un bambino sano” di Angelica Nucera (ostetrica)

image

Siamo davvero sicuri che l’unica cosa che conti è che il Bambino sia vivo e sano nell’immediato? 
Che peso ha la Nascita sulla salute a lungo termine di Madre e Figlio? 
Quanto conta l’integrità fisica ed emotiva di una Donna che partorisce?
Non siamo vittime da immolare e sacrificare sull’altare in nome dell’amore per i figli.
Non è vero che è giusto subire durante il parto perché “tanto poi dimentichi tutto”.
Non si dimentica tutto.
Non si dimenticano le spinte sulla pancia quando a distanza di settimane abbiamo ancora le costole crinate.
Non si dimentica quel “taglietto” quando perdiamo feci, pipì e non riusciamo più ad avere rapporti sessuali appaganti, perché non basta riuscire ad averne (anche se a volte già questo è impossibile) ma è fondamentale provare piacere: una Madre è anche Amante e come tale ha diritto a godere pienamente del piacere del proprio corpo, ad avere orgasmi pieni e soddisfacenti. Una Donna che rivendica il suo diritto al piacere sessuale non è una Madre cattiva, egoista o puttana ma consapevole del proprio corpo e dell’importanza di una vita sessuale completa.
Non si dimenticano gli insulti, le parolacce, la mancanza di tatto e delicatezza, la fretta, le mani fredde, le luci accecanti, le urla.
Non si dimenticano le gambe divaricate davanti ad una folla di persone con gli occhi puntati sui propri genitali, né le dita in vagina di più e più operatori, più e più volte: la vagina ha una memoria e qualsiasi intrusione non necessaria e non voluta lascia un ricordo che può far male anche a distanza di anni.
Non si dimentica il dolore di vedere il proprio figlio allontanato, mentre qualcuno ci strizza la pancia.
Non si dimentica il gelo della sala operatoria, quando tutti i giorni allo specchio c’è la cicatrice di quell’intervento che brucia, brucia dentro, che sia stato necessario o, come spesso accade, no.
Guarire è possibile. 
Ma ancor più importante della guarigione è la prevenzione, la protezione da tutto questo e da tanto altro.
La Nascita non deve per forza essere violenta e brutale e noi Donne non dobbiamo accettare questo martirio non necessario che per la società sembra invece quasi un passaggio inevitabile per essere considerate Buone Madri.
“Non è l’aver sofferto e sopportato ogni genere di violenza che ti darà diritto a sentirti una Buona Madre. Non credere a chi ti dice che una Buona Madre è pronta a sopportare di tutto per suo figlio e che facendo leva su questo compie ogni genere di scempio sul tuo corpo. Hai diritto alla tua integrità fisica ed emotiva, alla tua vita sessuale, alla salute, all’amore per il tuo corpo. Ne hai diritto tu… E ne ha diritto anche il tuo Bambino.”

©Angelica Nucera

*Angelica Nucera é ostetrica libera domiciliare della provincia di Ancona, assiste nelle Marche e in Umbria, la sua pagina fb è:https://www.facebook.com/lalunaeilsoleostetrica, il suo sito web è: http://www.ostetricanucera.it)

Annunci

6 thoughts on ““Alla fine hai un bambino sano” di Angelica Nucera (ostetrica)

Rispondi a gigifaggella Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...